Residence Nettuno   Tre Erre Ceramiche   Residence Guidaloca
La provincia di Agrigento

Cammarata

La città di Cammarata
Foto © Affinità Elettive
 

Cammarata (C.A.P. 92022) dista 51 Km. da Agrigento, alla cui provincia appartiene, 75 Km. da Caltanissetta, 201 Km. da Catania, 116 Km. da Enna, 297 Km. da Messina, 93 Km. da Palermo, 187 Km. da Ragusa, 268 Km. da Siracusa, 188 Km. da Trapani.

Foto © Nicola calì Particolare di Cammarata sotto la neve

Il comune conta 6.545 abitanti e ha una superficie di 19.203 ettari per una densità abitativa di 34 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona di montagna interna, posta a 689 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in via Dei Giardini n 10, tel. 0922-900614 fax. 0922-903996. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: uff.anagrafe@quipo.it

Piccolo paese alle pendici del monte omonimo, Cammarata spicca per la coltivazione di grano, olive, mandorle, agrumi e frutta. Sviluppato è l'allevamento di bovini e ovini che vengono esposti ogni anno nella Mostra Zootecnica di maggio e nella Fiera del Bestiame di agosto.

Foto © Affinità Elettive Castello e abitato di Cammarata

Il nome Cammarata deriva dal greco bizantino Kàmara che significa "stanza a volta". Il borgo ebbe origini arabe e nel 1087 venne assediato da Ruggero II d'Altavilla, principe normanno.

Nel 1257 il paese fu concesso al nobile Federico Maletta. Quindi esso fu possesso e residenza di diverse famiglie nobili feudali fra cui quella dei Vinciguerra, quella dei Moncada e infine quella dei Branciforte. Nel 1812 il comune ottenne l'autonomia.

Nel settore monumentale particolare rilevanza hanno la Chiesa Madre che conserva una splendida statua della Madonna della Catena opera di Pietro D'Asaro e la Chiesa dell'Annunziata eretta nel XIV secolo. Interessante è pure la Chiesa di Santa Caterina che racchiude una insigne Croce d'oro, opera di un anonimo intagliatore siciliano del XVI secolo.