Azienda Agrituristica Costa House   Helios Hotel - San Vito Lo Capo   VALFRIGO S.N.C.
La provincia di Caltanissetta

Acquaviva Platani

Acquaviva Platani
Foto © Proloco Acquaviva Platani
 

Acquaviva Platani (C.A.P. 93010) dista 44 Km. da Agrigento, 66 Km. da Caltanissetta, alla cui provincia appartiene, 180 Km. da Catania, 88 Km. da Enna, 276 Km. da Messina, 100 Km. da Palermo, 180 Km. da Ragusa, 238 Km. da Siracusa, 197 Km. da Trapani.

Foto © Calogero Sorce
Una chiesa di Acquaviva Platani

Il comune conta 1.399 abitanti e ha una superficie di 1.472 ettari per una densità abitativa di 95 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare, posta a 558 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in piazza Municipio, tel. 0934-953053 fax. 0934-953490. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: comune.acquaviva@ediset.it.

L'economia è basata sull'agricoltura: segnaliamo la produzione di grano, cereali, olive, mandorle e del pistacchio. Importante è anche l'allevamento di ovini, bovini, equini.

Foto © Calogero Sorce
Una chiesa di Acquaviva Platani

Risalgono al X secolo i primi insediamenti di origine araba nella contrada Michinesi. Acquaviva è stata fondata come feudo da Francesco Spadafora, con "licentia populandi", concessione del popolo, del 1635. Venne ceduta nel 1680 a Francesco Abarca e successivamente al nipote di quest'ultimo, Michele Olivieri.

Acquaviva deve il suo nome all'abbondanza di sorgenti che sgorgano nella zona e che confluiscono nel fiume Platani. Fino al 1862 si chiamò soltanto Acquaviva; l'appositivo Platani fu aggiunto per distinguerla dalle altre tre Acquaviva presenti in Italia.


Tra i monumenti importanti segnaliamo la Torre dell'Orologio eretta nel1894 e la chiesa Madre dedicata a S. Maria della Luce del XVII secolo, con gli annessi resti dell'ex casa baronale.

Salvatore Quasimodo, che passò parte della sua fanciullezza ad Acquaviva Platani, ricorda quest'ultima nella sua lirica "Che vuoi pastore d'aria?", inserita nella raccolta "Nuove Poesie".