Azienda Agrituristica Costa House   Marmifera Mineraria S.r.l.   VALFRIGO S.N.C.
La provincia di Catania

Mascalucia

Palazzo nobiliare del centro storico
Foto © Affinità Elettive
 

Mascalucia (C.A.P. 95030) dista 204 Km. da Agrigento, 138 Km. da Caltanissetta, 10 Km. da Catania, alla cui provincia appartiene, 102 Km. da Enna, 105 Km. da Messina, 257 Km. da Palermo, 153 Km. da Ragusa, 70 Km. da Siracusa, 356 Km. da Trapani.

Foto © A.p.t. Catania La Chiesa San Antonio

Il comune conta 23.459 abitanti e ha una superficie di 1.624 ettari per una densità abitativa di 1445 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare litoranea, posta a 420 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in piazza Leonardo da Vinci, tel. 095-7272112 fax. 095-7273816.

Grosso centro agricolo, Mascalucia vanta una ricca produzione di uva da tavola e da mosto, agrumi e cereali.

Nel settore dell'artigianato caratteristici sono i ricami, i tappeti tessuti con telai a mano, detti "carpiti", gli oggetti in ferro battuto e in pietra lavica.

Il nome Masca deriva dal greco bizantino Màscale che significa "ascelle" e si riferisce ai numerosi anfratti presenti sul territorio che in certi punti si trasformano in profondi torrenti. L'appositivo Lucia venne aggiunto in onore della santa omonima e protettrice della città.

Foto © A.p.t. Catania La Torre del Grifo

Il primo borgo appartenne al demanio Regio e nel 1645 fu acquisito dal signore Michele Placido Branciforte, principe di Leonforte.

Nel 1669 il paese venne in parte devastato da una eruzione vulcanica e i suoi resti rimasero in possesso della famiglia Branciforte che ebbero il titolo di duchi. Nel 1818 venne colpito da un disastroso terremoto e solo successivamente fu avviata una lenta ricrescita.

Nel settore dei monumenti sono rilevanti la Chiesa di S. Antonio Abate eretta nel XIV secolo, la Chiesa Madre che presenta un portale in pietra lavica locale e la Chiesa di S. Vito che conserva una splendida tela opera di Gaetano Rapisardi (XIX secolo).

Di notevole interesse architettonico sono pure il Palazzo Cirelli in stile liberty e la cosiddetta "Torre del Grifo", di epoca medioevale.