Il Sole Editrice   Informatica Commerciale S.p.A.   Residence Guidaloca
La provincia di Catania

Milo

La città di Milo
Foto © 2001 Comune di Milo
 

Milo (C.A.P. 95010) dista 228 Km. da Agrigento, 262 Km. da Caltanissetta, 36 Km. da Catania, alla cui provincia appartiene, 133 Km. da Enna, 84 Km. da Messina, 268 Km. da Palermo, 140 Km. da Ragusa, 94 Km. da Siracusa, 367 Km. da Trapani.

Il comune conta 1.117 abitanti e ha una superficie di 1.824 ettari per una densità abitativa di 61 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona di montagna, posta a 800 metri sopra il livello del mare.

Foto © 2000 Affinità Elettive La Chiesa Madre

Il municipio è sito in via Etnea, tel. 095 955423 fax. 095 955160. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: sindacomilo@katamail.com.

Ameno borgo agricolo, Milo vanta una ricca produzione di frutta, funghi, castagne e uva da tavola e da mosto che si può gustare nell'annuale Mostra-Mercato dei vini milesi detta "Vinimilo" che si tiene nel mese di settembre.

Caratteristica è pure la Fiera di S. Martino in cui vengono esposti funghi e castagne e che si svolge ogni anno nel mese di novembre.

Il nome Milo deriva dal greco Mylos e venne dato al paese per la presenza di torrenti dalle acque scure poichè scorrevano su strati di lava solidificata.

Il primo nucleo abitato nacque nel 1300 ad opera di Giovanni d'Aragona duca di Randazzo.

Nel tempo il paese fu più volte minacciato dalle colate laviche del monte Etna ma venne sempre risparmiato. Sino al 1923 appartenne alla giurisdizione della vicina Giarre e successivamente a quella di Sant'Alfio fino al 1955, anno in cui divenne comune autonomo.

Foto © 2001 Comune di Milo Vista sulla città

Di particolare rilevanza è la Chiesa Madre che presenta caratteristiche forme neoclassiche.

È importante ricordare il nome dello scultore siciliano Alfio Bonanno (1947-) che opera a Copenaghen ed è considerato un maestro della cosiddetta "Land Art", cioè di un tipo di scultura basato sull'uso di rocce e rami di alberi.