English
La provincia di Enna

Agira

 

Veduta panoramica di Agira
Foto © Reti e Sistemi

Agira (C.A.P. 94011) dista 141 Km. da Agrigento, 69 Km. da Caltanissetta, 66 Km. da Catania, 34 Km. da Enna, alla cui provincia appartiene, 162 Km. da Messina, 184 Km. da Palermo, 144 Km. da Ragusa, 124 Km. da Siracusa, 291 Km da Trapani.

Foto © Reti e Sistemi 

Chiesa Sant'Antonio

Il comune conta 9.004 abitanti e ha una superficie di 16.311 ettari per una densità abitativa di 55 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare interna, posta a 650 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in via Vittorio Emanuele n. 284, tel. 0935-961111 fax. 0935-961226. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: sindaco.agira@tiscalinet.it.

Grazioso centro agricolo, Agira vanta una ricca produzione di cereali, mandorle, olive e uva. Rilevante è l'allevamento di bovini, ovini e equini grazie alle vaste terre adibite a pascolo. Numerose sono le sorgenti di acqua solforosa.

Il nome Agira deriva dal greco Agyrion. I Romani la chiamarono Agirium e fino al 1861 fu denominata San Filippo di Argiriò in onore del suo santo evangelizzatore, S. Filippo il Siriaco.

Secondo le notizie dello storico Diodoro Siculo (I secolo a.C.) essa esisteva già nel XII secolo a.C.. Nel 339 a.C. fu colonizzata dai Corinzi. Sotto il dominio romano conobbe un periodo di decadenza a causa dei forti tributi imposti agli abitanti.

Foto © Reti e Sistemi 

Ruderi del castello

Nel 1063 passò in mano normanna nella persona del conte Ruggero che sconfisse i Mori presso il fiume Salso. Fu possesso di Angioini, Svevi e Aragonesi e nel 1400 circa assurse a cittadina demaniale.

Nel tempo vi si insediarono anche gli Spagnoli e una comunità ebraica che fece erigere una sinagoga simbolo della loro civiltà. Solo di recente il paese ha assunto l'attuale nome Agira.

Nel settore monumentale citiamo la Chiesa Madre dedicata a S. Maria Maggiore di epoca normanna, la Chiesa di S. Filippo che racchiude numerosi opere di vari artisti, la Chiesa di S. Antonio Abate del XVI secolo che conserva 14 piccole tele di scuola veneziana e la Chiesa di S. Salvatore con un campanile in stile gotico.

Sono rilevanti anche la Chiesa di S. Antonio da Padova del 1500 e la Chiesa di S. Margherita di struttura normanna.

L'Azienda

Fondata nell'anno 2000 da un gruppo di professionisti con esperienza decennale nell'Information Technology la Reti e Sistemi S.r.l. è in grado di soddisfare le più varie esigenze informatiche dei suoi stimati Clienti.

Informazioni

  • Telefono: +39 0923 / 547983 - +39 0923 / 548695
  • Fax: +39 0923 / 038230
  • Email: info@sicilia.indettaglio.it
  • Indirizzo: Corso Piersanti Mattarella n. 12 91100 Trapani (Tp) Italia