English
La provincia di Enna

Nicosia

 

Veduta panoramica di Nicosia
Foto © Walter Lo Cascio

Nicosia (C.A.P. 94014) dista 137 Km. da Agrigento, 65 Km. da Caltanissetta, 96 Km. da Catania, 45 Km. da Enna, alla cui provincia appartiene, 172 Km. da Messina, 151 Km. da Palermo, 169 Km. da Ragusa, 154 Km. da Siracusa, 250 Km. da Trapani.

Foto © Walter Lo Cascio 

La Chiesa S. Salvatore

Il comune conta 15.087 abitanti e ha una superficie di 21.787 ettari per una densità abitativa di 69 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona di montagna, posta a 724 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in piazza Garibaldi, tel. 0935-638139 fax. 0935-638410. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: comune.nicosia@off-on.it.

Sita su un colle che si affaccia su un belvedere, Nicosia si distingue per la ricca produzione di cereali, legumi e agrumi.

Copyright © Walter Lo Cascio 

Chiesa San Calogero

Fiorente è l'allevamento di bovini e ovini i cui prodotti si possono gustare nell'annuale Sagra del Castrato (particolare specialità di carne ovina) che si tiene nel mese di agosto. Spiccano nel settore artigianale gli oggetti lavorati in legno.

Ogni anno nel mese di agosto nel paese viene allestito il cosiddetto "Palio Nicosiano" che è una manifestazione di carattere storico in cui i partecipanti sfilano in costume d'epoca.

Il nome Nicosia deriva dal greco Nicosia che significa "la vittoriosa" e tale appellativo venne dato al paese dai Bizantini come forma di augurio. Nel 1062 il primo centro abitato fu conquista del conte normanno Ruggero d'Altavilla che fece costruire un castello fortificato e lo adibì a sua fissa dimora.

Successivamente il paese fu soggetto a numerose immigrazioni di lombardi e i piemontesi con un notevole incremento demografico (tutt'oggi il dialetto locale presenta nel parlato delle forme tipiche gallo-italiche).

Copyright © Walter Lo Cascio 

Particolare di Nicosia

Nell'arco di un secolo il borgo venne in parte distrutto da due catatstrofici eventi: una terribile epidemia di peste nel 1624 e una rovinosa frana nel 1757. In seguito il comune divenne autonomo.

Fra i monumenti spiccano la Chiesa di S. Salvatore eretta nel 1600, la Cattedrale di S. Nicola del XIV° secolo che conserva diverse sculture opere del Gagini (1478-1536) e un organo intagliato del 1600 e la Chiesa di Santa Maria Maggiore del 1200 ristrutturata da Giuseppe Serafino (XVIII° secolo) che racchiude uno splendido polittico in marmo opera ancora del Gagini.

Rilevanti sono pure la Chiesa di S. Vincenzo ricca di marmi policromi e la Chiesa dei Cappuccini con un sontuoso ciborio in legno del 1700.

Tra i nicosiani illustri citiamo il nome di Gabriele Bonomo dell'Ordine dei Minimi (1694-1760) inventore di un tipo originale di orologio automatico.

L'Azienda

Fondata nell'anno 2000 da un gruppo di professionisti con esperienza decennale nell'Information Technology la Reti e Sistemi S.r.l. è in grado di soddisfare le più varie esigenze informatiche dei suoi stimati Clienti.

Informazioni

  • Telefono: +39 0923 / 547983 - +39 0923 / 548695
  • Fax: +39 0923 / 038230
  • Email: info@sicilia.indettaglio.it
  • Indirizzo: Corso Piersanti Mattarella n. 12 91100 Trapani (Tp) Italia