Informatica Commerciale S.p.A.   Residence Nettuno   VALFRIGO S.N.C.
La provincia di Messina

Mazzarrà Sant'Andrea

Mazzarra Sant'Andra
Foto © Comune di Mazzarrà Sant'Andrea
 

Foto © Comune di Mazzarrà Sant'Andrea
Chiesa Madre

Mazzarrà Sant'Andrea (C.A.P. 98056) dista 180 Km. da Agrigento, 226 Km. da Caltanissetta, 129 Km. da Catania, 184 Km. da Enna, 60 Km. da Messina, alla cui provincia appartiene, 219 Km. da Palermo, 233 Km. da Ragusa, 188 Km. da Siracusa, 318 Km. da Trapani.

Il comune conta 1.874 abitanti e ha una superficie di 660 ettari per una densità abitativa di 284 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare interna, posta a 110 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in via Principe Umberto, tel. 0941-83048 fax. 0941-93568.

Foto © Comune di Mazzarrà Sant'Andrea
Chiesa San Giorgio

È un centro prevalentemente agricolo-artigianale. I prodotti maggiormente coltivati sono gli agrumi, le olive, gli ortaggi, l'uva da mosto, i cereali e la frutta.

Molto belli sono i canestri prodotti artigianalmente.

Il nome originario del paese era Mazzarà, che deriva dal greco Mazaròs, come era chiamato il vicino torrente.

Il nome fu poi mutato nell'attuale nel 1862 per disposizione del re Vittorio Emanuele II.

Foto © Comune di Mazzarrà Sant'Andrea
Castello Livoti

Non si possiedono molte notizie storiche riguardanti la cittadina, tuttavia si sa che appartenne ad alcune famiglie feudali: i Giardina e gli Spadafora, che lo fondarono come borgo nel 1653, ottenendo in seguito il titolo di principi di Mazzarà.

Tra i monumenti più importanti ricordiamo la chiesa Madre dedicata alla Madonna delle Grazie e costruita nel sec. XVIII, che conserva all'interno un bel portale.

Esiste un detto sugli abitanti di Mazzarrà Sant'Andrea, riferito alla loro abilità nel costruire canestri artigianalmente: "Mazzarioti cannistri cannistri, granni e picciotti sù tutti maistri!", ossia "Mazzarresi costruttori di canestri, grandi e piccoli son tutti maestri!".