English
La provincia di Messina

Milazzo

 

Vista panoramica su Milazzo
Foto © Comune di Milazzo

Milazzo (C.A.P. 98057) dista 298 Km. da Agrigento, 228 Km. da Caltanissetta, 136 Km. da Catania, 187 Km. da Enna, 44 Km. da Messina, alla cui provincia appartiene, 226 Km. da Palermo, 224 Km. da Ragusa, 194 Km. da Siracusa, 325 Km. da Trapani.

Foto © Comune di Milazzo 

L'altare maggiore della chiesa S.S.Crocifisso

Il comune conta 31.959 abitanti e ha una superficie di 2.423 ettari per una densità abitativa di 1319 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona pianeggiante, posta a 1 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in Via F. Crispi n. 1, tel. 090 9231111 fax. 090 9284729.

Le attività economiche prevalenti sono l'agricoltura, l'artigianato e la pesca. Le colture principali sono l'uva, le olive, i primaticci, gli ortaggi e i fiori. Caratteristica è la lavorazione artigianale del ferro e del legno.

Il nome originario della cittadina era Mylai, attribuitole dal Greci che la colonizzarono nel 716 a.C., mutato in Milàs durante la dominazione araba e successivamente nell'attuale. L'area di Milazzo, abitata sin dall'epoca neolitica, fu in seguito occupata dai Siculi.

Il borgo fu fondato dai Greci nel VIII secolo a.C. e successivamente conquistato dai bizantini e dagli Arabi. Il castello fu costruito in età normanna e fortificato sotto il governo di Alfonso d'Aragona.

Foto © Michele Palamara 

Chiesa del Carmine

Durante i secoli XVI, XVII e XVIII la città mutò progressivamente il suo assetto urbanistico, estendendosi verso la zona più pianeggiante. Tra il 1805 e il 1812, durante le guerre napoletane, fu Piazza d'Armi degli Inglesi.

Di notevole interese architettonico sono il Castello Arabo-normanno, il Duomo del XVII secolo, il Santuario di S. Francesco di Paola edificato nel 1465 e restaurato nel sec. XVIII e i numerosi palazzi gentilizi della città bassa, tra cui ricordiamo il Palazzo Carrozza e il neoclassico Palazzo del Municipio.

Tra i Milazzesi illustri annoveriamo Luigi Rizzo (1887-1951), che fece affondare nel 1917 e nel 1918 due navi corazzate austriache, meritando due Medaglie d'Oro.

L'Azienda

Fondata nell'anno 2000 da un gruppo di professionisti con esperienza decennale nell'Information Technology la Reti e Sistemi S.r.l. è in grado di soddisfare le più varie esigenze informatiche dei suoi stimati Clienti.

Informazioni

  • Telefono: +39 0923 / 547983 - +39 0923 / 548695
  • Fax: +39 0923 / 038230
  • Email: info@sicilia.indettaglio.it
  • Indirizzo: Corso Piersanti Mattarella n. 12 91100 Trapani (Tp) Italia