Hotel delle Cave   Residence Guidaloca   Residence Isola del Miele
La provincia di Messina

Montagnareale

Panoramica di Montagnareale
Foto Wikipedia
 

Montagnareale (C.A.P. 98060) dista 262 Km. da Agrigento, 202 Km. da Caltanissetta, 118 Km. da Catania, 161 Km. da Enna, 79 Km. da Messina, alla cui provincia appartiene, 188 Km. da Palermo, 222 Km. da Ragusa, 176 Km. da Siracusa, 287 Km. da Trapani.

Foto Wikipedia
Festa dell'Assunta Montagnareale

Il comune conta 1.859 abitanti e ha una superficie di 1.623 ettari per una densità abitativa di 115 abitanti per chilometro quadrato.

Sorge in una zona litoranea collinare, posta a 328 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in via Vittorio Emanuele n. 1, tel. 0941 315018 fax. 0941 315235.

È un centro prevalentemente agricolo. I prodotti principali sono i cereali, le olive, le nocciole, le ghiande, la frutta, l'uva da mosto, gli agrumi e ottime castagne che si possono gustare nell'annuale Sagra della Castagna che si tiene nel mese di ottobre.

Il nome originario del paese fu Montagna fino al secolo XVII, quando il duca di Montagna Ascanio Ansalone fu nominato "Reggente d'Italia" a Madrid e per questo assunse l'attuale denominazione.

Foto Wikipedia
Mulino di Capo

Appartenne al vescovato di Patti fino al 1642, quando fu aquistato da Giovanni Ambrogio Scribani e ceduto da questi al nobile Ascanio Ansaldo.

Successivamente appartenne a diversi signori feudali quali Antonio Corvaja e Filippo Vianisi.

Notevole è la processione in onore di Maria Santissima, che si tiene il 15 agosto di ogni anno, durante la quale degli uomini, i cosiddetti flagellati, si percuotono con degli anelli di ferro e, giunti dinanzi alla chiesa Madre, proseguono in ginocchio fino all'altare maggiore per accostarsi alla comunione.