Marmifera Mineraria S.r.l.   Luigi Nifosė - Fotografo in Sicilia   Tre Erre
La provincia di Messina

Motta Camastra

Veduta di Motta Camastra
Foto © 2003 Reti e Sistemi
 

Motta Camastra (C.A.P. 98030) dista 243 Km. da Agrigento, 171 Km. da Caltanissetta, 52 Km. da Catania, 130 Km. da Enna, 66 Km. da Messina, alla cui provincia appartiene, 241 Km. da Palermo, 156 Km. da Ragusa, 110 Km. da Siracusa, 340 Km. da Trapani.

Il comune conta 925 abitanti e ha una superficie di 2.529 ettari per una densità abitativa di 37 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona litoranea collinare, posta a 453 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in piazza Croce, tel. 0942-985363 fax. 0942-985320.

È un centro pevalentemente agricolo. Le colture principali sono il grano, le olive, la frutta, gli agrumi e l'uva.

Foto © 2003 Reti e Sistemi
Veduta di Motta Camastra

Il nome originario del paese era Camastra, mutato poi nel XIV secolo in Motta San Michele dai suoi proprietari, i nobili Linguida, e infine nell'attuale Motta Camastra nel XV secolo. Le prime notizie sulle origini del casale risalgono al 1100.

Nel sec. XIII il paese fu abbandonato e durante il sec. XIV appartenne a diversi feudatari: a Ruggero di Lauria, ai Linguida, a Garcia Perez e a Pietro Axone. Successivamente fu possedimento demaniale per un breve periodo, dopo il quale ritornò sotto il governo degli Axone. Nel corso dei secoli fu proprietà di alre famiglie feudali, quali i Sardo nel sec. XV, nuovamente i Lauria nel sec. XVI, i Romeo nel sec. XVII e i Branciforte nel sec. XVIII.

Tra i monumenti più importanti ricordiamo la chiesa dell'Annunziata costruita nel sec. XIV e la chiesa Madre dedicata a S. Michele Arcangelo, che risale al '500 e che custodisce al suo interno due pregevoli statue marmoree seicentesche.