Marmifera Mineraria S.r.l.   Zimbone Antonio - Fotografo   Residence Nettuno
La provincia di Palermo

Campofelice di Fitalia

La Chiesa
Foto© 2000 Edizioni Leopardi
 

Campofelice di Fitalia (C.A.P. 90030) dista 98 Km. da Agrigento, 101 Km. da Caltanissetta, 208 Km. da Catania, 120 Km. da Enna, 268 Km. da Messina, 48 Km. da Palermo, alla cui provincia appartiene, 234 Km. da Ragusa, 292 Km. da Siracusa, 147 Km. da Trapani.

Il comune conta 647 abitanti e ha una superficie di 3.529 ettari per una densità abitativa di 18 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare interna, posta a 734 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in corso Vittorio Emanuele n. 31/a, tel. 091-8200010 fax. 091-8200090. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: fitalia@gestelnet.it.

Piccolo centro agricolo, si distingue per la produzione di grano, frutta, olive, mandorle, castagne e uva da mosto.

Il nome del paese è formato da due parole: Campofelice, con riferimento alla fertilità del suolo, e Fitalia, termine greco che significa piantagione. Il borgo si formò a nord del pizzo Mezzaluna, nel territorio di un feudo appartenente alla famiglia Marziani dei Principi di Furnari, attorno alla prima metà del XIX secolo. Successivamente passò sotto le dipendenze amministrative del comune di Mezzojuso fino a quando, nel 1952, non acquistò la sua autonomia.

Particolarmente curiosa è un'antica leggenda locale riguardante la Grotta dell'edera sul monte che sovrasta il paese, secondo la quale all'interno si trova nascosto un immenso e imprendibile tesoro e che ogni sette anni i diavoli custodi danno una grande festa per un'intera notte.