Azienda Agrituristica Costa House   Zimbone Antonio - Fotografo   Residence Isola del Miele
La provincia di Palermo

Marineo

Marineo
Foto Wikipedia
 

Copyright © Edizioni Leopardi
Marineo

Marineo (C.A.P. 90035) dista 142 Km. da Agrigento, 124 Km. da Caltanissetta, 231 Km. da Catania, 143 Km. da Enna, 266 Km. da Messina, 30 Km. da Palermo, alla cui provincia appartiene, 265 Km. da Ragusa, 289 Km. da Siracusa, 118 Km. da Trapani.

Il comune conta 6.772 abitanti e ha una superficie di 3.332 ettari per una densità abitativa di 203 abitanti per chilometro quadrato.  

 

Foto Wikipedia
Chiesa Madre

Sorge in una zona collinare interna, posta a 575 metri sopra il livello del mare.  

Il municipio è sito in corso dei Mille n. 117, tel. 091-8725848 fax. 091-8727445.  

L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: prolocomarineo@tiscalinet.it.  

Uva, olive, cereali, ortaggi e mandorle sono i principali prodotti del settore agricolo; nel settore artigianale è rilevante la lavorazione del legno e del ferro battuto.  

Il nome Marineo ha origini incerte.  

Il primo borgo venne fondato nel 1553 da Francesco Beccadelli Bologna, già signore delle attigue Cefalà e Capaci.  

 

 

Nel 1559 egli fece costruire un castello come dimora rurale ai piedi della rupe Rocca.

Foto Wikipedia
Il Castello Beccadelli  

Successivamente il piccolo feudo fu elevato a marchesato e venne governato dai Conti Pilo di Capaci.

Nel settore monumentale annoveriamo il castello risalente al 1559 e il Santuario della Madonna della Dajna che conserva un cospicuo tesoro del XV secolo.

Nella Chiesa Madre è poi conservata un'urna che racchiude il teschio di S. Ciro.

Marineo viene ricordata dalla storia come tappa toccata da Garibaldi il 25 maggio 1860 mentre sfuggiva i Borbonici dirigendosi all'interno dell'isola.