Informatica Commerciale S.p.A.   Il Sole Editrice   Hotel delle Cave
La provincia di Palermo

Misilmeri

Particolare di Misilmeri
Foto© 2000 Edizioni Leopardi
 

Misilmeri (C.A.P. 90036) dista 124 Km. da Agrigento, 127 Km. da Caltanissetta, 234 Km. da Catania, 146 Km. da Enna, 259 Km. da Messina, 15 Km. da Palermo, alla cui provincia appartiene, 268 Km. da Ragusa, 292 Km. da Siracusa, 134 Km. da Trapani.

Il comune conta 23.012 abitanti e ha una superficie di 6.921 ettari per una densità abitativa di 332 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare interna, posta a 129 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in piazza Comitato n. 16, tel. 091-8711311 fax. 091-8733384. L'indirizzo di posta elettronica è il seguente: comune@comune.misilmeri.pa.it.

I principali prodotti agricoli della cittadina sono i loti, i fichidindia, le olive, l'uva e gli agrumi. Sono caratteristici i lavori artigianali in legno.

Il nome Misilmeri deriva dall'arabo Manzil Al Amir che significa Casale dell'Emiro. In origine fu un centro agricolo sorto intorno ad un preesistente castello arabo-normanno. Nel XIV secolo fu feudo della famiglia Chiaramonte e tale rimase sino al 1539 quando fu ceduto alla famiglia Bosco. Il duca Giuseppe del Bosco-Sandoval vi creò nel XV secolo il primo orto botanico di tutta la Sicilia.

Nel settore monumentale sono rilevanti la Chiesa di S. Antonio e la Fontana Nuova costruita nel 1772.