English
La provincia di Ragusa

Ragusa

 

La città di Ragusa
Foto © Luigi Nifosì

Ragusa (C.A.P. 97100) capoluogo di provincia, dista 136 Km. da Agrigento, 141 Km. da Caltanissetta, 104 Km. da Catania, 145 Km. da Enna, 200 Km. da Messina, 283 Km. da Palermo, 81 Km. da Siracusa, 309 Km. da Trapani.

Foto © Luigi Nifosì 

La città di Ragusa

Il comune conta 68.011 abitanti e ha una superficie di 69.389 ettari per una densità abitativa di 98 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare, posta a 502 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in corso Italia n. 72, tel. 0932-676111.

Le attività economiche prevalenti sono l'agricoltura, l'allevamento, l'artigianato, il turismo e le nuove industrie chimiche, legate all'estrazione del petrolio e dell'asfalto. Le colture prevalenti sono: ortaggi, cereali, mandorle, noci, uva, olive, frutta e coltivazioni in serra. Gli allevamenti presenti sono quello bovino, ovino, suino ed equino. I prodotti principali dell'artigianato locale sono rappresentati da manufatti in legno e ferro.

Secondo alcune fonti, etimologicamente il nome di Ragusa deriva dal termine greco-bizantino Rogos, che significa granaio e fa riferimento alla produzione di questo cereale tipica nella città.

Ragusa è costituita da due parti: Ragusa Inferiore detta anche Ibla e Ragusa Superiore. Il nome originario di Ibla era Hibla Heraia, città fondata dai Siculi nelle zone interne dell'altopiano Ibleo. In seguito, fu conquistata dai Cartaginesi e dai Romani. Nel sec. IV d.C., sotto la dominazione bizantina, si estende il centro abitato, occupato nel 848 dagli Arabi.

Foto © Luigi Nifosì 

Chiesa di san Giorgio

Nel 1091 fu costituita dal re normanno Ruggero sede di contea e nel 1282, dopo le vicende dei Vespri Siciliani, fu unita alla contea di Modica da Manfredi Chiaramonte. Semidistrutta dai terremoti del 1542 e del 1693, fu poi ricostruita dando vita a due realtà urbane. I contrasti tra i due centri si acuirono durante il sec. XIX, portando alla costituzione di due comuni autonomi, che furono riunificati solo nel 1926, mentre l'anno successivo venne creata capoluogo di provincia.

I monumenti principali sono: la chiesa di S.Maria delle Scale, la chiesa del Purgatorio del sec. XVIII, caratteristica per il portale barocco, la stupenda cattedrale di S.Giovanni Battista del sec. XVIII e il Palazzo Donnafugata, che conserva diverse tele del Ribera(1588-1652) e del Messina(secolo XVIII).

Tra i personaggi illustri ricordiamo suor Maria Schininà che fondò nel 1892 a Ragusa la "Congregazione Missionaria del Sacro Cuore", lo scienziato G.B. Odierna e Maria Occhipinti, che, durante la seconda guerra mondiale, si sdraiò sotto le ruote di un carro armato riuscendo così ad impedire la partenza delle reclute ragusane per il servizio militare.

L'Azienda

Fondata nell'anno 2000 da un gruppo di professionisti con esperienza decennale nell'Information Technology la Reti e Sistemi S.r.l. è in grado di soddisfare le più varie esigenze informatiche dei suoi stimati Clienti.

Informazioni

  • Telefono: +39 0923 / 547983 - +39 0923 / 548695
  • Fax: +39 0923 / 038230
  • Email: info@sicilia.indettaglio.it
  • Indirizzo: Corso Piersanti Mattarella n. 12 91100 Trapani (Tp) Italia