Helios Hotel - San Vito Lo Capo   Luigi Nifosė - Fotografo in Sicilia   Tre Erre
La provincia di Ragusa

Santa Croce Camerina

Santa Croce Camerina
Foto © Comunesantacroce.237.it

Foto © Siciliafotografica.it Chiesa Madre

Santa Croce Camerina (C.A.P. 97017) dista 127 Km. da Agrigento, 132 Km. da Caltanissetta, 125 Km. da Catania, 133 Km. da Enna, 225 Km. da Messina, 266 Km. da Palermo, 25 Km. da Ragusa, alla cui provincia appartiene, 106 Km. da Siracusa, 300 Km. da Trapani.

Il comune conta 8.695 abitanti e ha una superficie di 4.076 ettari per una densità abitativa di 213 abitanti per chilometro quadrato.

Sorge in una zona litoranea collinare, posta a m. 90 sopra il livello del mare.

Foto © Affinità Elettive Stile Liberty a Santa Croce Camerina

Il municipio è sito in via Carmine n. 95, tel. 0932-911288/911020 fax. 0932-911020.

È un centro prevalentemente agricolo, in cui vengono coltivati sopratutto cereali, ortaggi, agrumi, olive, carrube e fiori in serra.  

Il paesino deriva il suo nome da Giovan Battista Celestri, marchese di Santa Croce, che lo ripopolò nel 1598; il borgo era stato infatti abbandonato, in seguito a numerose incursioni dei pirati.  

L'appositivo "Camerina" proviene invece da una colonia di Siracusa, Camarina, i cui abitanti fondarono l'attuale S.Croce, dopo la distruzione della loro città.  

Nel 1470 il barone Pietro Celestri ottenne il territorio in enfiteusi.

Foto © Affinità Elettive Stile Liberty a Santa Croce Camerina

I più importanti monumenti architettonici sono la chiesa Madre, dedicata a S.Giovanni Battista, edificata nel sec. XIII e ricostruita nell'800, il Palazzo Comunale e il Palazzo Celestri del sec. XVI.

Interessanti sono anche le rovine archeologiche di Camarina, risalenti al sec. III a.C. e quelle di Caucana del sec. VI a.C..

Una particolarità di Santa Croce Camerina è la presenza nel suo territorio di uno dei vertici del cosiddetto "Quadrato dei venti di Sicilia", ossia Capo Scaramia.