Informatica Commerciale S.p.A.   Residence Guidaloca   VALFRIGO S.N.C.
La provincia di Siracusa

Portopalo di Capo Passero

Il porto di Portopalo
Foto © 2000 Affinità Elettive
 

Portopalo di Capo Passero (C.A.P. 96010) dista 195 Km. da Agrigento, 200 Km. da Caltanissetta, 112 Km. da Catania, 204 Km. da Enna, 208 Km. da Messina, 342 Km. da Palermo, 59 Km. da Ragusa, 54 Km. da Siracusa, alla cui provincia appartiene, 368 Km. da Trapani.

Foto © Affinità Elettive Il Castello Tafuri

Il comune conta 3.397 abitanti e ha una superficie di 1.487 ettari per una densità abitativa di 228 abitanti per chilometro quadrato.

Sorge in una zona litoranea pianeggiante, posta a 20 metri sopra il livello del mare.

Il municipio è sito in via L. Tasca n. 33, tel. 0931-842346 fax. 0931-842879.

È un centro prevalentemente agricolo, i prodotti maggiormente coltivati sono l'uva da mosto e gli ortaggi in serra. Un'altra attività tipica del paese è la pesca.

Il nome proviene dal latino Portus Palus, che significa porto palude, al quale fu aggiunto l'appellativo Capo Passero nel 1975 per distinguerla dall'omonima Porto Palo sita in provincia di Agrigento.

Foto © Siciliafotografica.it Isola Capo Passero

Sulla cittadina ci pervengono poche testimonianze storiche, sappiamo tuttavia che il centro si formò all'inizio del secolo XIX.

Durante la seconda guerra mondiale vi ebbe luogo lo sbarco degli Anglo-Americani.

La cittadina fece parte del comune di Pachino fino al 1975, quando divenne comune autonomo.

Tra i monumenti architettonici più interessanti annoveriamo la chiesa di S. Gaetano edificata nel 1812 e recentemente rifatta, la tonnara di Capo Passero del 1275 e il Castello spagnolo nell'isolotto di Capo Passero risalente al sec. XVI.