Residence Guidaloca   Tre Erre Ceramiche   Hotel Cetarium
La provincia di Trapani

Salaparuta

La città di Salaparuta
Foto © 2000 Reti e Sistemi
 

Salaparuta (C.A.P. 91020) dista 113 Km. da Agrigento, 183 Km. da Caltanissetta, 305 Km. da Catania, 224 Km. da Enna, 325 Km. da Messina, 66 Km. da Palermo, 249 Km. da Ragusa, 330 Km. da Siracusa, 66 Km. da Trapani alla cui provincia appartiene.

Il comune conta 1.892 abitanti e ha una superficie di 4.167 ettari per una densità abitativa di 45 abitanti per chilometro quadrato. Sorge in una zona collinare, posta a 385 metri sopra il livello del mare.

Foto © 2000 Reti e Sistemi La città di Salaparuta

Il municipio è sito in viale Reg. Siciliana, tel. 0924-71263 fax. 0924-75722.

Si distinguono tra i prodotti agricoli la produzione di cereali, olive, meloni e uva.

Centro di origine araba denominato Menzil Salh (Casale della Signora), divenne nel secolo XV feudo dei Paruta, cui deve la rifondazione dell'abitato ai piedi del castello medioevale.

Interamente distrutto dal terremoto del Belice del 1968, rimasero solamente le macerie. Fu ricostruito completamente su un declivio, secondo un piano a trasferimento totale della popolazione. L'impianto è intervallato da zone residenziali a schiera e da attrezzature pubbliche.

Foto © 2000 Reti e Sistemi Chiesa- Madonna del Piraino

Per quanto riguarda il settore monumentale sono visibili solo i ruderi del Castello medievale e una pregevole statua di Santa Caterina, salvata intatta dalle macerie del terremoto, che è possibile ammirare nella ricostruita Chiesa Madre.

Una antica tradizione popolare vuole che la polvere spazzata dal pavimento delle chiese nel giorno della Domenica delle Palme, una volta sparsa nei campi, propiziasse la pioggia in caso di siccità.